Percorsi del Ben-Essere all'Oasi del fiume Alento

Il project work, realizzato dagli allievi Nicolò Maria Acone, Antonio Carratù, Azzurra Liguori, Rosvelia Ragione, Viviana Ricciardone, Marco Donato Tornese durante il loro periodo di stage presso la cooperativa Cilento Servizi (Prignano Cilento), riguarda la creazione di percorsi sul Ben_Essere per la valorizzazione e promozione dell'Oasi del fiume Alento, una area naturalistica di 3024 ettari, Sito di importanza comunitaria (SIC), nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Nei venticinque giorni di stage, i 7 allievi, accompagnati dai docenti Laura Del Verme e Marco Flaminio e assistiti dal tutor aziendale Anna Del Fatto, hanno definito in base all'approccio del "Tourist experience design®" ideato da Rossi e Goetz, un progetto di "Rete Culturale del Benessere": un itinerario esperienziale capace di coniugare la fruizione del patrimonio ambientale, paesaggistico, archeologico e storico-artistico, con una dimensione emozionale individuale.

Il progetto è stato elaborato attraverso cinque macrofasi:

  • Analisi competitiva degli elementi unici e distintivi della proposta di valore;
  • Rivalutazione della segmentazione per offrire ai turisti esperienze di valore, pensate sulle loro specifiche aspettative;
  • Definizione delle strategie esperienziali per i segmenti e degli elementi WOW mediante l’elaborazione di strategie che generino stupore ed entusiasmo nei turisti;
  • Definizione del ciclo di esperienza estesa e dei punti esperienziali: attenzione alle diverse fasi del “ciclo di esperienza estesa” che comprende la fase "pre-experience": in cui il turista formula il desiderio di viaggiare ed inizia ad informarsi è "fase in-experience", l'esperienza del viaggio, e la fase "post-experience", del ricordo e della condivisione tramite social network;
  • Progettazione di dettaglio dei punti esperienziali.

Per la redazione di questo documento strategico di valorizzazione dell’Oasi, sono state svolte le seguenti attività:

  • Approfondimento della conoscenza del complesso Oasi Fiume Alento, mediante una visita guidata completa, che ha condotto ad un'analisi SWOT del luogo e alla valutazione delle sue potenzialità e debolezze;
  • Analisi dei prodotti audio-visivi ed editoriali già realizzati esperimentati per l’opera di promozione dell’area scelta;
  • Analisi del target di pubblico già fidelizzato, mediante lo studio e la digitalizzazione dei questionari di gradimento somministrati agli utenti nel corso degli anni 2007 – 2015;
  • Elaborazione di strategie di marketing turistico; mirate ad acquisire nuovi segmenti di utenti;
  • Analisi del contesto territoriale del Parco, con grande attenzione a creare fattori di continuità culturale con i grandi attrattori della Campania e nello specifico Parco Archeologico di Poseidonia – Paestum, Parco Archeologico di Elea – Velia, Certosa di S. Lorenzo a Padula;
  • Schedatura delle principali specie botaniche presenti nell’Oasi Fiume Alento, individuandone usi alimentari, proprietà terapeutiche, impieghi artigianali, miti e/o aneddoti ad esse collegate;
  • Elaborazione di nuovi pacchetti turistici da inserire nel piano dei servizi offerti al pubblico, i pacchetti elaborati sono ovviamente caratterizzati da una marcata attenzione alla componente sensoriale, essendo lo scopo dell’offerta, quello di coinvolgere i visitatori in un’esperienza sensoriale indimenticabile

TORNA INDIETRO