Civic crowfunding per la tutela e valorizzazione dei beni culturali in Campania

L' analisi dei progetti di civic crowdfunding nel settore dei beni culturali in Campania è uno dei due progetti realizzati a Napoli dagli allievi Rosaria Aversana, Maria De Rinaldi, Giuseppe Di Vietri, Francesca Midiri presso l'Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale e delle Ricerche (CNR-IRISS).

L'attività di stage riguarda l'analisi delle politiche e strategie di innovazione in ambito culturale per la definizione e l'implementazione di nuove forme di valorizzazione del patrimonio e del paesaggio culturale e lo sviluppo della filiera legata ai movimenti turistici di interesse culturale con particolare riferimento al contesto della regione Campania.

Il progetto, svolto sotto la guida delle docenti Luisa Errichiello e Alessandra Marasco e del tutor aziendale Daniela De Gregorio, è stato realizzato con l'obiettivo di delineare lo stato dell'arte delle iniziative di civic crowdfunding per il finanziamento di progetti di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale in Campania.

Esso consiste in una ricognizione dei progetti in corso o conclusi nella regione e nella descrizione di alcuni casi significativi attraverso l'analisi desk (internet,stampa divulgativa e specialistica, etc.)

Inizialmente sono stati identificati i siti dedicati al crowdfunding in Italia ed è stato fornito un elenco delle piattaforme identificate, tra cui De.Rev (prima piattaforma italiana), ForItaly (piattaforma specializzata nel settore dell'arte e della cultura), Eppela (piattaforma generalista).

Successivamente si è proceduto allo screening dei siti identificando i progetti in corso o conclusi nella Regione Campania per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali.

Sono stati quindi analizzati i singoli progetti con lo scopo di raccogliere informazioni dettagliate su:

  • finalità
  • soggetti proponenti
  • finanziamenti raccolti
  • tipo di ricompensa offerta

Infine, sono stati analizzati e descritti alcuni casi significativi sulla base di fonti secondarie come internet, stampa divulgativa e specialistica, illustrandone il contesto, le motivazioni, i soggetti, le modalità di finanziamento e i risultati del progetto di crowdfunding.

TORNA INDIETRO